Crema cicatrici: Le 7 TOP per la Scienza nel 2021 [INCI]

crema cicatrici cop

Utilizzare una crema per cicatrici di buona qualità per combattere questi fastidiosi inestetismi può essere una soluzione definitiva.

Certo, esistono trattamenti chirurgici per eliminarle, ma la verità è che con la giusta costanza e il giusto prodotto si possono ottenere risultati davvero insperati.

Oggi, su richiesta di diverse nostre lettrici, vedremo:

1) Come riconoscere le nostre cicatrici (per sapere che trattamento utilizzare)

2) Le 7 migliori creme cicatrici attualmente in commercio in Italia, analizzate per risultati e per qualità degli ingredienti

Faccio anche notare che le cicatrici sono un condizione della pelle legata ad un tessuto cicatriziale in cui si verifica un’interruzione della continuità della cute: in pratica abbiamo un esubero o un difetto di tessuto sulla superficie della pelle.

In questi casi andranno perfettamente bene le creme per cicatrici che vedremo tra poco.

Tuttavia, se il problema è più legato al colore della pelle o ad eventuali discromie, ti invito a valutare i prodotti antimacchie che ho approfondito qui, specifici per uniformare il tono della pelle! 

Benissimo, procediamo!

Cicatrici: le tipologie

Visto l’argomento trattato, ci siamo fatti dare una mano da più di un esperto nel settore, tra cui medici competenti che ringraziamo fin da subito per la gentilezza e la disponibilità dimostrate.

È importante conoscere tutti i tipi di cicatrici esistenti, perché ci permetterà di capire quelle trattamento è il più adatto nel nostro specifico caso. Vediamole brevemente.

Cicatrici ipertrofiche – Queste cicatrici sono generalmente piuttosto rosse oltre ad essere sollevate, ma non si estendono mai oltre il punto della lesione. In sostanza, la parola “ipertrofica” significa “allargata”, ma non comprende necessariamente incurvature o irregolarità della superficie della pelle.

Cicatrici cheloidi

cicatrice cheloide

Sono e cicatrici che si formano quando il corpo reagisce producendo un eccesso di derma durante il processo di guarigione. Questo può portare a cicatrici che si estendono oltre il sito della ferita iniziale. Quando si formano cicatrici cheloidi c’è una crescita anormale di tessuto fibrotico che va a modificare l’aspetto superficiale della cicatrizzazione.

Smagliature – Le smagliature sono un tipo di cicatrici comuni dopo che la pelle si allunga eccessivamente durante un aumento / perdita di peso molto marcata. Anche la gravidanza, o sbalzi di crescita e aumento / perdita muscolare possono provocare smagliature. Mentre possono sbiadire nel corso di molti anni. non scompaiono mai del tutto.

Cicatrici atrofiche – Forse il tipo più comune di cicatrici, appaiono come una macchia nella pelle. Quando si perdono grassi, tessuti muscolari e altre strutture di supporto, si può sviluppare un’area leggermene affossata. Cause comuni di queste cicatrici atrofiche includono acne, chirurgia, incidenti e varicella.

Crema cicatrici: è davvero efficace?

Le cicatrici possono richiedere fino a due anni per svilupparsi e maturare, quindi, con questo in mente, non troveremo una soluzione semplice che risolverà il problema in pochi giorni. Le creme che promettono risultati in pochi giorni mentono.

Purtroppo, non tutte le cicatrici trarranno beneficio da un prodotto dermatologico: ad esempio, le cicatrici atrofiche necessitano di interventi dermatologici e i trattamenti topici non riescono a far “lievitare” l’area affondata. In genere, un professionista può suggerire un trattamento laser, peeling chimico, dermoabrasione, escrezioni di punzonatura o radiofrequenza.

D’altra parte, creme e gel per cicatrici possono essere usati con eccellenti risultati per:

  • cicatrici ipertrofiche
  • cicatrici cheloidi
  • cicatrici da contrattura (prevenzione)

Si noti che le smagliature richiedono altri prodotti specifici di cui abbiamo discusso in un articolo sulle creme per smagliature.

Creme cicatrici: gli ingredienti da cercare

– Silicone medico

Quando si tratta di “trattare” una cicatrice, ciò che conta è creare un ambiente chiuso in modo che la pelle possa trattenere l’umidità, mantenendo una corretta respirazione cellulare. Ecco perché il silicone medico è assolutamente lo standard di riferimento per le creme per il trattamento delle cicatrici.

È stato studiato com i gel di silicone autoasciugante siano effettivamente in grado di ridurre l’aspetto delle cicatrici ipertrofiche e cheloidi, con molte cicatrici che vengono valutate come normali o leggermente ipertrofiche dopo il trattamento (Journal of Cutaneous and Aesthetic Surgery).

In uno studio sulle ferite postoperatorie e sulla cicatrizzazione della cicatrice, un trattamento con gel di silicone ha inibito la formazione di cicatrici ipertrofiche e cheloidi e ha anche migliorato i sintomi della cicatrice nei partecipanti. Sebbene i ricercatori non siano sicuri di come esattamente il gel di silicone influisca sulla guarigione della cicatrice, si ipotizza che sia legato ad un aumento della temperatura superficiale della pelle, una maggiore idratazione dello strato corneo e lo sviluppo di un campo elettrico statico possano influire sull’efficacia del silicone (Journal of the European Academy).

Quando si tratta di trattare le cicatrici, il silicone è uno dei migliori ingredienti sul mercato. Il trattamento della cicatrice del silicone può assumere diverse forme, con le più comuni tra cui fogli di silicone e gel di silicone autoasciuganti. Sebbene la ricerca pubblicata sul (Korean Journal of Medical Science).

La ricerca pubblicata sulla rivista Dermatologic Surgery ha anche scoperto che il silicone (applicato come fogli di silicone) può prevenire la formazione di cicatrici ipertrofiche e cheloidi a seguito di un intervento chirurgico.

Quindi, quando si controlliamo gli ingredienti, assicuriamoci che il silicone sia tra le primissime posizioni nell’elenco degli ingredienti.

I termini abituali che troverai per il silicone per uso medico sono:

  • Dimeticone
  • Ciclopentasilossano
  • Sitoxanes polimerizzato,
  • Dimethicone / Vinyldimethicone Crosspolymer

I gel di silicone raccomandati per il trattamento della cicatrice sono quelli di silicone medico puro al 100%.

Tuttavia, alcuni laboratori aggiungono uno o due altri ingredienti in quantità molto ridotta (solitamente circa dell’1%) per aumentare l’efficacia del gel o garantire proprietà antiossidanti o idratanti.

Quali sono questi ingredienti?

– Vitamina E (tocopherol)

Si tratta di un ingrediente interessante perché ha una potente attività antiossidante. Noto per il potere neutralizzante nei confronti dei radicali liberi generati da inquinamento, fumo ecc . Lo troviamo negli INCI come Tocoferolo. (Dermatol Online J. 2016 Jul-Aug)

– Allantoina

Si tratta di un attivo non irritante in grado di lenire la pelle. L’allantoina aiuta a curare più rapidamente ferite, lesioni cutanee e cicatrici. Stimola i fibroblasti (cellule responsabili della produzione di collagene) e aumenta la sintesi della matrice extracellulare. Questo aiuta a ristabilire la pelle normale sul sito della ferita, rendendola meno visibile rispetto al contorno non cicatrizzato. (Acta Cir. Bras. vol.25 no.5 Sept./Oct. 2010,
Maresal Cakmak Hospital, Dep Plastic and Reconstructive Surgery Volume 35, Issue 8, December 2000)

– Estratto di cipolla (allium cepa)

Certo, applicare l’estratto di cipolla sulla pelle non sembra troppo glamour o efficace, ma questo estratto vegetale è un punto fermo nella maggior parte dei trattamenti per le cicatrici.

In una ricerca pubblicata su Dermatology Research and Practice, 16 donne con cicatrici da taglio cesareo hanno applicato un gel di estratto di cipolla al 12% sulle loro cicatrici tre volte al giorno per 12 settimane. Dopo il periodo di prova, molte donne hanno visto miglioramenti in termini di altezza della cicatrice.

Quando 42 partecipanti sperimentali hanno applicato un trattamento con gel di cipolla alle cicatrici una volta al giorno per otto settimane, il trattamento ha portato a miglioramenti significativi nella struttura della cicatrice, morbidezza, arrossamento e aspetto generale entro le prime quattro settimane di applicazione (The Journal of Clinical and Aesthetic Dermatology, University School of Medicine, Durham, North Carolina).


Ok. La teoria è finita, i miei consulenti sono stati irremovibili a riguardo, non potevo non metterla.

Adesso passiamo al pezzo forte.

Ricordo che le creme cicatrici presenti vengono periodicamente aggiornate in modo che siano presenti solo le migliori attualmente sul mercato

Dunque le posizioni e le creme presenti in classifica… nel tempo cambieranno!

Crema cicatrici: Classifica [Aggiornata]

Crema per cicatrici biologica (bava di lumaca)

7. Nuvo’ – Crema Corpo Biologica bava di lumaca

crema cicatrici biologica nuvoLe proprietà della bava di lumaca sono una realtà ormai assodata in ambito scientifico. Non stupisce più ormai che venissero utilizzate persino nell’antica Grecia dove, secondo alcuni scritti di Ippocrate, venivano usate per favorire la guarigione da ferite e bruciature accellerando la cicatrizzazione della pelle.

La bava di lumaca (della specie Helix Aspersa) è ad oggi riconosciuta per l’enorme quantità di nutrienti che contiene naturalmente. Allantoina, collagene, acido glicolico, acido lattico, vitamine A,C ed E, acido ialuronico proteine e minerali.

Grazie alla sua ricca composizione, è considerata una delle sostanze naturalmente presenti in natura migliori in assoluto per la cura della pelle.

Fra le molte proprietà, c’è quella di riequilibrare la pelle permettendo una stabilizzazione dell’epidermide che ha subito traumi.

Trattamento con bava di lumaca dopo 2 mesi di applicazioni

Per questo l’utilizzo della bava di lumaca è fortemente consigliato per attenuare la presenza di smagliature così come quella delle cicatrici.

Voglio essere chiara. La bibliografia scientifico-medica promuove i siliconi come i migliori ingredienti per la prevenzione da cicatrici cheloidi (le cicatrici formate da tempo, per intenderci). Dunque l’utilizzo della bava di lumaca è una soluzione naturale, delicata e senz’altro valida, ma che potrà fare il giusto su cicatrici che abbiamo da diversi anni.

Ma è anche vero che esitono diversi studi che dimostrano l’efficacia di questa sostanza nel trattamento di alcune cicatrici, soprattutto grazie all’elevata concentrazione di allantoina contenuta. Insomma, si tratta di una soluzione naturale adatta a che cerca qualcosa di biologico, ma comunque efficace sulle cicatrici meno evidenti.

INCI

snail secretion filtrate, coco-caprylate, polyglyceryl-3 rice branate, dicaprylyl ether, glyceryl stearate, caprylic/capric triglyceride, glycerin, cetearyl alcohol, aqua (water), rosa moschata seed oil, oryza sativa starch (oryza sativa (rice) starch), achillea millefolium extract*, calendula officinalis flower extract*, aloe barbadensis leaf juice*, butyrospermum parkii butter (butyrospermum parkii (shea) butter), argania spinosa kernel oil, simmondsia chinensis seed oil (simmondsia chinensis (jojoba) seed oil), prunus amygdalus dulcis oil (prunus amygdalus dulcis (sweet almond) oil), benzyl alcohol, sodium hyaluronate, tocopheryl acetate, xanthan gum, dehydroacetic acid, tetrasodium glutamate diacetate, lecithin, lactic acid, tocopherol, ascorbyl palmitate, parfum (fragrance) *da agricoltura biologica

A chi la consiglio

Nuvò è una certezza italiana per i cosmetici basati sulla bava di lumaca. Ho scelto la crema biologica corpo perchè la confezione da 200 ml costituisce un ottimo rapporto qualità prezzo. Bava di lumaca concentrata al 52% oltre che diversi estratti coadiuvanti contro inestetismi per la pelle (smagliature in primis).
Una soluzione delicata, naturale e perfetta a chi cerca un prodotto delicato e ricchissimo di nutrienti. Adatta alle cicatrici meno evidenti e più giovani.

Nuvò – Crema corpo biologica bava di lumaca (200 ml)Prezzo: 29,90 euro


Crema cicatrici made in Italy

6. Pentamedical – Skarflex S

crema-cicatrici pentamedical skarflexPentamedical Skarflex è una crema anticicatrici usata per prevenire e sbiadire sia le cicatrici cheloidi che quele ipertrofiche.

Comprende una serie di ingredienti utili per un’azione “d’urto” sull’aspetto estetico della cicatrice. Troviamo infatti il classico Dimethicone per rendere la cute più morbida e “plasmabile”, l’ Alfa Tocoferolo ad azione plasmante, e l’allantonina per garantire idratazione continua dei tessuti.

Interessanti anche gli estratti vegetali, che comprendono Manooliva (Manganese Gluconate) che è comprende moltissimi polifenoli a funzione antiossidante e gli estratti di Canaliculata e Cipollo (allium Cepa Bulb) che garantiscono alla crema una funzione lenitiva e antiarrossante.

Nel complesso si tratta di una crema profondamente capace di schiarire le cicatrici, soprattutto quelle arrossate. Ottima su cicatrici atrofiche o eccessivamente pigmentate.

Sulla ridistribuzione del tessuto cicatriziale e dunque sulla capcità di ridurre l’eccesso di derma superficiale invece l’INCI è forse un po’ carente, e dunque su questo aspetto può senz’altro richiedere maggiore tempi di applicazione per vedere dei risultati.

INCI

Acqua, Glicerina, Propylene Glycol, Paraffinum Liquidum, Hydroxyethyl Acrylate, Sodium Acryloyldimethyl Taurate Copolymer, Tocopheryl Acetate, Polysorbutene, Dimethicone, Phenoxyethanol, Imidazolidinyl Urea, Ethylhexyl Methoxycinnamate, Polysorbate 20, Manganese Gluconate, PEG-7 Trimethylolpropane Coconut Ether, Disodium EDTA, Pelvetia Canaliculata Extract, Allantoin, Methylparaben, Ethylparaben, Propylparaben, Butylparaben, Allium Cepa Bulb Extract, Olive Extract, Profumo (fragranza)

A chi la consiglio

Una crema made in Italy di buon livello, perfetta per cicatrici arrossate a maggior ragione se atrofiche. Sono presenti agenti schiarenti, così come emollienti e antiossidanti rendendola una crema di buon livello.
Il contenuto siliconico resta tuttavia limitato e dunque renderà difficile l’assottigliamento di cicatrici che hanno derma in eccesso.

Pentamedical – Skarflex S (30 ml) – Prezzo: 32,90 euro


Crema cicatrici più famosa

5. Merz – Contractubex

crema cicatrici ContractubexContractubex è un altro noto a livello internazionale. In questo caso la casa madre, Merz, è di origine tedesca.

Si tratta di un prodotto che ci ha convinti anche in ragione dei numerosi studi clinici legati all’efficacia della crema per il trattamento delle cicatrici.

Secondo alcuni studi indipendenti l’efficacia di Contractubex è deriva dai tre ingredienti attivi di cui è composto, con un’efficacia della crema su cicatrici sia appena nate che cheloidi e mature che va dal 60 al 90%. (Int J Clin Pharmacol Res. 1994,14)

Interessanti gli ingredienti utilizzati, che sfruttano sia le capacità lenitive e antifiammatorie dell’estratto di cipolla (extract of allium cepae) che quelle legate alla rigenerazione dei tessuti legate all’eparina e all’allantoina.

crema cicatrici Contractubex-prima-dopo
Risultati dopo 2 mesi di applicazioni Contractubex

In particolare infatti troviamo:

Estratto di cipolla (extract of allium cepae) conosciuto per le proprietà antinfiammatorie e battericide e per la capacità di prevenire la formazione di tessuto cicatriziale eccessivo.

Troviamo anche eparina, che ammorbidisce la struttura del tessuto, ha proprietà anti-infiammatorie e anti-gonfiore, supporta la rigenerazione delle cellule e dei tessuti ed è in grado di legare l’acqua al tessuto cicatriziale.

Infine l’allantoina è nota per l’effetto emolliente, favorisce la penetrazione attraverso la pelle e allevia il prurito spesso associato alla formazione di cicatrici.

Bassa la presenza di siliconi, che infatti vede allungare i tempi di applicazione della crema. Il trattamento può richiedere da 3 a 6 mesi a seconda dell’entità delle cicatrici, poiché il tessuto cicatriziale si rigenera molto lentamente.

Tuttavia i risultati sono riconosciuti in ambito internazionale, quindi in questo caso ne può valere davvero la pena.

INCI

methylparahydroxybenzoate, extract of allium cepae (liquid onion extract), allantoin, sorbic acid, xanthan gum, heparin sodium, polyethylene glycol – 200, Fragrance 231616 aromatic oil, purified water.

A chi la consiglio

Una crema nota in tutto il mondo, di un colosso farmaceutico (Merz) che ne ha creato un marchio a sé. Contractubex è un gel che sfrutta le potenzialità di diversi estratti vegetali, e che riesce a trattare sia le cicatrici ai primi stadi che quelle più mature. In quest’ultimo caso i tempi di trattamento raggiungono anche i 6 mesi, dunque è fondamentale armarsi di pazienza!


Crema per cicatrici silicone 100%

4. Dermatix – Silicon Gel

crema cicatrici dermatixDermatix è la crema per cicatrici del gruppo Meda, casa farmaceutica di origini svedesi. Commercializzata in tutto il mondo è una crema conosciuta per l’ottimo rapporto qualità – efficacia / prezzo.

Parlare degli ingredienti è quasi paradassoale: è costituita dal solo silossano (Polysiloxane), ossia esclusivamente di silicone medico.

In generale, i siliconi sono polimeri costituiti da unità ripetitive di silossano, una catena di atomi di silicio alternati e atomi di ossigeno che sono spesso combinati con carbonio e / o idrogeno. I siliconi sono anche chiamati polisilossani.

Quando il gel di silicone viene applicato su una cicatrice, si diffonde come un foglio ultra sottile e si asciuga in 4-5 minuti grazie alla sua tecnologia autoasciugante. Il silicone medico puro può essere applicato su pelle irregolare o superfici cicatriziali, viso, parti in movimento (articolazioni e flessioni) e qualsiasi dimensione di cicatrice. È adatto a pelli sensibili, allergiche e anche a quelle dei bambini.

crema-cicatrici-dermatix-prima-dopo
Risultati dopo 3 mesi di applicazioni Dermatix Silicon Gel

Il gel di silicone cura le cicatrici aumentando l’idratazione dello strato corneo (lo strato più alto della pelle). Ciò facilita la regolazione della produzione di fibroblasti e riduce anche la produzione di collagene. Fondamentalmente, questo permette alla pelle di “respirare”, risultando in una cicatrice più morbida e piatta.

Il gel di silicone cura le cicatrici bilanciando l’espressione dei fattori di crescita. Alcuni fattori di crescita stimolano i fibroblasti a sintetizzare più collagene e altri fattori di crescita aumentano il livello di collagenasi che abbatte il collagene in eccesso. Il gel di silicone regola questi fattori di crescita per normalizzare la sintesi del collagene. (Journal of Cutaneous and Aesthetic Surgery, J Cutan Aesthet Surg. 2009 Jul-Dec)

Il gel di silicone infine cura le cicatrici proteggendo il tessuto cicatrizzato dall’invasione batterica. Questo è importante perché i batteri hanno la capacità di indurre un’eccessiva produzione di collagene nel tessuto cicatriziale.

INCI

Polysiloxane, Silicon Dioxide

A chi la consiglio

Dire silicone medico “puro” sembra facile, ma in realtà richiede una notevole dose di accuratezza e controllo qualità in ambito faramcologico. Dermatix in questo è un nome noto a livello mondiale, apprezzato in molti paesi.
I risultati sono ottimi sia su cicatrici atrofiche che su quelle cheloidi. Tuttavia su queste ultime il trattamento richiederà minimo 2-3 mesi per risultati visibili.
Una delle creme per cicatrici migliori in assoluto per rapporto qualità prezzo.


Crema cicatrici in cerotti siliconici

3. Hansplast – Silicon Scar Sheet

hansplast cerotti per cicatriciOk, non una vera crema cicatrici, eppure i cerotti per cicatrici rappresentano una valida alternativa per chiunque cerchi un prodotto valido da utilizzare sotto i vestiti.

Sì perché il grande vantaggio dei cerotti per cicatrici è appunto il poter essere utilizzati per ore sotto i vestiti senza che i principi attivi siano assorbiti dai vestiti stessi.

I cerotti contro le cicatrici sono un’alternativa alla crema veramente valida, consigliati caldamente anche dagli istituti sanitari.

Tra i più efficaci in assoluto ci sono senz’altro questi di Hanspplast, azienda farmaceutica tedesca, i cui cerotti per cicatrici sono costituiti al 100% da principi attivi siliconici.

Esistono numerosi studi a dimostrazione del fatto che l’applicazione quotidiana di prodotti in silicone aiuta a far maturare le cicatrici in modo appropriato minimizzando i danni estetici.

Uno dei grandi vantaggi è che il foglio siliconico resta a contatto con la pelle anche per molte ore durante tutta la giornata. Si inizia indossando il foglio di siliconico per 4 ore al giorno per 2-3 giorni. Poi si prolungano i tempi, andando prima a 8 ore e poi passando eventualmente fino alle 24 ore al giorno.

Le dimensioni di questi cerotti per cicatrici sono di 6,8 x 3,8 cm.

Si tratta di cerotti studiati sia per la maturazione di cicatrici appena formate che per cicatrici cheloidi o atrofiche anche maturate da diversi anni.

A chi la consigliamo

Parliamo dell’alternativa numero 1 a qualsiasi crema per cicatrici. Unisce all’efficacia dei siliconi medici la capacità di restare a contatto con la pelle per moltissime ore, permettendo un’ammorbimento della pelle unico. Si possono utilizzare tranquillante sotto i vestiti e lasciare sulla pelle fino a ben 24 ore.
Quelli di Hansplast, prodotti in Germania, sono tra i più conosciuti d’Europa, con risultati di qualità garantiti dalla certificazione sanitaria della comunità Europea.

Hansplast – Silicon Scar Sheet (21 pezzi) – Prezzo: 32,90 euro


Crema cicatrici ottimo rapporto qualità prezzo

2. Merz – Mederma

crema cicatrici medermaMederma Advanced Scar Gel è la crema per cicatrici di Merz, il colosso farmaceutico tedesco.

Si tratta di una crema molto essenziale nell’INCI, che sfrutta sostanzialmente solo principi ad estrazione naturale. Estratto di Aloe barbadensis, estratto di bulbi Allium cepa e allantonina.

Come abiamo visto in precedenza l’utilizzo di estratto di cipolla (o derivati) per il trattamento da cicatrici è ampiamente supportato da studi clinici nella bibliografia Europea. E Mederma sfrutta questo principio.

crema-cicatrici-mederma-prima-dopo
Risultati a: inizio, 2 mesi, 4 mesi di trattamento Mederma

Il suo uso principale è per le cicatrici traumatiche, ma è particolarmente adatta anche per cicatrici da acne vista la formula decisamente delicata sulla pelle e adatta da usare sul viso.

Quella di Mederma è un’ottima crema per la rimozione delle cicatrice, che però necessiterà di applicazioni prolungate (almeno 1 mese per vedere i primi risultati) vista la scelta di preferire ingredienti naturali ai sintetici siliconi.
Ottimo l’utilizzo di estratti di “cipolla” (Allium cepa ) che è un naturale sbiancante sugli arrossamenti cutanei.

Nota di merito va oggettivamente al prezzo. Uniti a risultati soddisfacenti si riesce a portare a casa ad un prezzo inferiore rispetto alla maggior parte delle creme della stessa categoria.

Da notare che si tratta di una crema omai nota a livello internazionale, partiolarmente apprezzara in Europa (dove nasce e viene prodotta), ma commercializzata molto anche in USA e Canada.

INCI

Aqua (purifi ed); PEG-4; aloe barbadensis leaf juice; allium cepa bulb extract; xanthan gum; allantoin; methylparaben; sorbic acid; parfum

A chi la consiglio

Stiamo parlando di una crema cicatrici essenziale nell’INCI, ma davvero efficace nei risultati (e io non me lo sarei mai aspettata leggendo gli ingredienti). Di forte estrazione vegetale, possiede agenti emollienti, idratanti e sbiancanti capaci di dare eccezzionali risultati su arrossamenti o cicacatrici da acne.
Su cicatrici cheloidi post traumatiche di qualche anno, invece, ci sarà bisogno di parecchia pazienza per risultati visibili.
Per il prezzo a cui è proposta, tuttavia, è una crema che consiglio sempre di provare almeno una volta.

Merz – Mederma (50 ml) – Prezzo: 28,00 euro


Crema cicatrici migliore al mondo

1. Revée Scar Gel – Silicone Gel

crema-cicatrici-revee-scarReveè scar gel è il presidio medico chirurgico tra i più famosi al mondo, proposto come crema cicatrici negli nei trattamenti post operatori di diversi ospedali europei.

Formulato e prodotto in Francia, si basa al 100% sull’azione dei siliconi, infatti l’INCI è composto solo da gel siliconici.

È indicato per il trattamento e la prevenzione di cicatrici ipertrofiche e cheloidi causate da ustioni, interventi chirurgici o traumi dopo che la ferita è completamente guarita e in presenza di una superficie cutanea irregolare.

Viene anche usato per cicatrici immature rossastre e sollevate durante il processo di guarigione attivo.

L’utilizzo ad altissime concentrazioni di silicone medico abbiamo visto che è un trattamento efficace sulle cicatrici cheloidi. L’uso di silicone medico infatti appiattisce, ammorbidisce e leviga le cicatrici, allevia il dolore, il prurito e il disagio ad esse associati, oltre a rendere meno pronunciato il rossore del tessuto cicatriziale.

crema cicatrice risultati
Risultati a: inizio e 2 mesi di trattamento Revee Scar

Senza girarci troppo attorno, Revee Scar gel è uno dei prodotti più potenti per la cura delle cicatrici che non si riescono ad eliminare. L’altissima concentrazione di Cyclopentasiloxane, Cyclohexasiloxane e dimethicone rendono questa crema il trattamento siliconico per antonomasia per la cura delle cicatrici che non si riescono ad eliminare con altri prodotti.

Il contro? Che purtroppo è un presidio chirurgico veramente costoso.

INCI

Cyclopentasiloxane, Cyclohexasiloxane, dimethicone/vinyl dimethicone crosspolymer

A chi la consiglio

Parliamo di un trattamento consigliato dai dermatologi di mezzo mondo, un presidio medico concentrato e studiato per le cicatrici più difficili. 100% siliconico e ad alto potere ammorbidente.
Purtroppo è un prodotto tanto potente quanto costoso.

Revée Scar Gel – Silicone Gel (20 g) – Prezzo: 39,90 euro


Creme cicatrici: Le risposte alle domande

Le creme per cicatrici funzionano davvero?

Non tutte le creme per cicatrici funzioneranno davvero. Dipende dai principi attivi che utilizzano e dalla loro concentrazione nella formula. Esistono alcuni ingredienti, scientificamente riconosciuti per essere in grado di avere un impatto positivo sulla struttura della cicatrice. Questi ingredienti solitamente lavorano sull’idratazione e l’elasticità della pelle, favorendo il riassorbimento della cicatrice. Alcuni degli ingredienti più noti sono Vitamina E, Allanotina, Estratto di cipolla e Silicone medico.

Quanto tempo impiega una cicatrice a svanire?

Solitamente una cicatrice ipetrofica o cheloide impiega dai 6 mesi a 2 anni per svanire completamente. Col tempo, parte del collagene si rompe nel sito della ferita e l’afflusso di sangue si riduce. La cicatrice diventa gradualmente più liscia, più morbida e più chiara. L’utilizzo di una crema serve a velocizzare proprio questo processo, rendendo la pelle più morbida e facilmente modellabile.

Con che frequenza devo applicare la crema per cicatrici?

La crema cicatrici è spesso un emolliente / idratante, con diversi principi attivi al suo interno. La regola aurea è di seguire le indicazioni della scatola. Se la crema è basata su silicone medico (o se si tratta di cerotti per cicatrici in silicone) può restare a contatto con la cicatrice anche diverse ore.

Come faccio a limitare la formazione di una cicatrice?

  • Mantieni la ferita umida. Le creme per cicatrici lavorano proprio su questo aspetto. Se la ferita è fresca la soluzione migliore sono i cerotti per cicatrici o le creme al gel siliconico.
  • Massaggia delicatamente la ferita. Massaggiare quotidianamente la cicatrice (possibilmente con un prodotto idratante o cicatrizzante) può aiutare sensibilmente a non irrigidire la pelle. Questo pratica va fatta solo su ferite già ben avviate alla cicatrizzazione!
  • Evita il sole. Mantenere la cicatrice lontano dalla luce solare può aiutare a ridurre al minimo lo scolorimento.
  • Lascia le croste. Le croste sono la medicazione biologica del corpo. Rimuovere ripetutamente una crosta quando una ferita sta cercando di guarire rallenterà la guarigione e aumenterà la possibiltià di sovraproduzione di collagene, con conseguente formazione della cicatrice.

Ecco dunque la classifica aggiornata sulle migliori creme per cicatrici attualmente presenti in commercio in Italia.

Dubbi, domande o curiosità? Inoltreremo le domande direttamente ai nostri esperti.

Scrivici nei commenti, saremo felici di risponderti!

Federica
La cosmetica raccontata ad una amica, ma con rigore scientifico. La mia aspirazione è di aiutare a districarsi nel mondo cosmetico, distinguendo fra risultati reali e semplici slogan pubblicitari. Per questo mi avvalgo della costante consulenza e collaborazione di professionisti e saloni fra Roma e Milano. Ciao! Sono Federica. Lavoro nel settore delle biotecnologie da quando ho preso la laurea in biologia, e aiuto ogni giorno centinaia di persone a scoprire il meglio e il peggio fra gli ingredienti di tutti i prodotti proposti nel mercato della cosmetica. Ogni articolo sarà imparziale, sincero e curioso su ogni novità del momento. Il tutto, scritto come se fosse il nostro, e il tuo, diario. Benvenuta su beautydiary.it!
Commenti
Notificami
guest
68 Commenti
più votati
più nuovi più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Elisabetta
Elisabetta
14 giorni fa

Buongiorno Federica, grazie mille per i tuoi post. Ormai compro solo prodotti consigliati da te. Il mio bimbo di due anni si è fatto 2 punti sulla fronte , ho comprato la revee scar immediatamente . Adesso i punti sono stati tolti, quando posso cominciare a metterla? E’ un problema se la cicatrice è sulla fronte ma a 1cm dal sopracciglio, devo fare attenzione agli occhi? O si asciuga immediatamente? Mi è venuto il dubbio perché leggendo dal sito dove l’ho comprata sconsiglia l’utilizzo vicino agli occhi ( ma me ne sono accorta adesso…)

Elisabetta
Elisabetta
8 giorni fa
Reply to  Federica

Grazie mille, ho comprato anche i cerotti che mi hai consigliato. Adesso continuerò con i cerotti e poi con ls crema e speriamo bene. La ferita è chiusa e cicatrizzata ( i punti risalgono a circa 3 settimane fa ormai) ma è rimasta rossa e leggermente in evidenza forse perché il bernoccolo che c’era sotto aveva allargato i lembi della ferita… Speriamo bene.

Serena
Serena
5 giorni fa

Gentile Federica, mia figlia (quasi sei) è stata sottoposta ad una escissione sottomandibolare per una linfoadenite da micobatteri a novembre e poi nuovamente a gennaio. Presenta ora due cicatrici di 5 cm che sto trattando con Dermatix gel e coprendo con Kaloidon TiO2MD per proteggere la pelle dall’esposizione solare. La cicatrice del secondo intervento è ancora parecchio dura e rigida ed il chirurgo mi ha suggerito di usare i cerotti. Usare quelli della Dermatix o magari quelli Kaloidon plus? Come faccio poi a preteggere la parte dal sole? Potrei magari mettere il cerotto di notte (ma quale) e di giorno… Leggi il resto »

Melanie Calabrese
Melanie Calabrese
12 giorni fa

Buongiorno Federica…quale marca di cerotto è il migliore secondo te per schiarire le cicatrici da rimozione nei ? Grazie

Lavelli Gabriella
Lavelli Gabriella
20 giorni fa

Buongiorno sono stata operata sotto la mascella nn so che crema usare per diminuire la cicatrice, settimana scorsa.

eliana picinelli
eliana picinelli
28 giorni fa

Buongiorno Dottoressa, a gennaio ho fatto una protesi totale al ginocchio per cui ho una cicatrice di circa 20cm e larga 5/6mm parecchio arrossata, finora ho usato la BenuScler, Cosa mi consiglia??? Grazie mille.

Viviana althea
Viviana althea
1 mese fa

Buonasera dottoressa, ho subito un intervento di mastoplastica con un piccolo taglio sotto al seno 16 giorni fa, con punti riassorbibili, ma in ogni caso due giorni fa il dottore mi ha tolto i “nodi” e quindi tolto i punti ! Ho acquistato per il trattamento della cicatrice Vorrei Same plast gel e vorrei sapere da quando lo posso applicare ? Devo aspettare ancora o posso iniziare a mettere ? E poi la devo coprire o lasciare scoperta dato che la zona è sempre a contatto con la guaina ? Grazie mille buona serata

Davide
Davide
1 mese fa

Buongiorno,
io utilizzo sotto consiglio farmaceutico la crema SamePlast da ormai 5 mesi e mi ha aiutato tantissimo a guarire bene due piccole ferite avvenute 1 anno fa su naso e in mezzo alla fronte, dove mi hanno messo rispettivamente 4 e 5 punti.
Post intervento ho usato il Rilastil per estendere bene la cicatrice e successivamente, appunto, SamePlast. Cosa dovrei usare per renderla completamente bianca (si presenta leggerissimamente ancora rosina) e farla guarire definitivamente?
Grazie in anticipo.

CARLO GIANNONE
CARLO GIANNONE
1 mese fa

Salve,

mio figlio di 12 anni ha dovuto subire una tracheotomia i primi di novembre del 2019 (praticamente circa una anno e mezzo fa). L’intervento ha lasciato dei bruttissimi segnali e diversi cheloidi. Quale crema mi consigliate? Grazie mille in anticipo per la risposta

Anna Mirra
Anna Mirra
3 mesi fa

Buongiorno. .Mio figlio ha subito un 3 intervento al piede piede torto bilaterale, è stato inciso per la terza volta sulla stessa cicatrice. …Èstato operAto a settembre. ..Per evitare le aderenze e quindi una recidiva visto che è una brutta cicatrice ripresa ben tre volte…E non vorrei più. ..Mi hanno detto di usare e massagiare con silicone. ..Cosa mi consigliate?

Delia
Delia
4 mesi fa

Salve, io ho un cheloide da parecchi anni sulla cartilagine dell’orecchio dovuta alla rimozione brusca di un piercing. Ora il suo colore è sul bianco ,c’è qualche crema utile per appiattirla e ridurla?